Come funziona un terrario eterno?


Un terrario eterno o un giardino in una ciotola è un piccolo ecosistema naturale che si autoregola e non richiede quasi alcuna cura. Inoltre... deve essere annaffiato solo una volta all'anno!

La chiave di questi terrari è la loro capacità di autoregolarsi. L'acqua che aggiungiamo loro durante la preparazione serve già loro per vivere il resto dell'anno. Questo perché l'acqua continua il suo ciclo all'interno della stessa ciotola: il sole riscalda la superficie del vetro, che fa evaporare l'acqua liquida, trasformandola direttamente in gas, che per condensazione diventa liquido e cade ad innaffiare la ciotola nuova. A Omotesando li prepariamo con un Ficus Ginseng e una Fitonia, stanno benissimo all'interno di un terrario.

Questi tipi di terrari sono molto più facili da mantenere rispetto a quelli a sistema aperto o alle piante in vaso. La cosa più importante è posizionare la ciotola in un luogo con luce indiretta. Puoi anche potare per mantenere le dimensioni del ficus, l'unica cosa che devi fare è tagliare un po' le foglie che toccano il vetro.

Lascia un commento


Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima della pubblicazione