Kokedamas


Cosa sono i kokedama?

La parola "kokedama" si riferisce a un'antica tecnica di giardinaggio giapponese. Questo termine è composto da due parti: "koke" e "dama". "Koke" significa muschio e "dama" significa palla o sfera; insieme, "kokedama" si traduce letteralmente come "palla di muschio".

Questa tecnica di giardinaggio giapponese è un modo unico di coltivare le piante senza bisogno di vasi convenzionali. Le radici sono avvolte nel muschio e tenute insieme da una struttura di fili o fili, formando una bella sfera verde e compatta. All'interno di questa sfera di muschio vengono collocati il substrato minerale e l'akadama, un'argilla giapponese che trattiene l'acqua e le sostanze nutritive necessarie alle radici per crescere in modo sano. Questo ambiente fornisce le condizioni perfette per la crescita delle piante.

Qual è la cura di un kokedama?

Proprio come le piante in vaso, i kokedama richiedono cure specifiche per crescere bene e prosperare. Seguendo questi consigli si possono avere kokedama perfetti e molto facili da curare.

Posizione

Collocate il kokedama in un luogo che riceva una luce luminosa indiretta. Evitate la luce diretta del sole, che può danneggiare sia il muschio che le piante.

I kokedama sono ideali per gli interni, ma possono essere collocati anche all'esterno in zone ombreggiate.

Innaffiatura

Quando si nota che il muschio e il substrato sono asciutti al tatto, è il momento di innaffiare il kokedama! La frequenza delle annaffiature può variare a seconda delle stagioni. In estate, a causa del caldo, è consigliabile aumentare la frequenza. Ma come si innaffia un kokedama?

  • Innanzitutto, immergete la palla di kokedama in una ciotola d'acqua, avendo cura di coprirla completamente.
  • Siate pazienti mentre il kokedama è in acqua. Dopo circa due minuti o quando le bollicine si fermano, togliere con cautela il kokedama dall'acqua.
  • Mettete il kokedama in standby finché non smette di gocciolare completamente. Ciò indica che ha assorbito la quantità d'acqua necessaria. Una volta che il gocciolamento è cessato, rimettete il kokedama nella posizione prescelta.

È importante non lasciare che il kokedama si asciughi completamente tra un'annaffiatura e l'altra, ma non deve nemmeno rimanere costantemente inzuppato. Trovate un equilibrio per mantenere il giusto livello di umidità.

Evitate di esagerare con le annaffiature, perché potrebbero causare il decadimento del muschio e il marciume delle radici. Tenete presente che ogni tipo di pianta richiede più o meno annaffiature.

Umidità

Nebulizzate leggermente il muschio con acqua regolarmente per mantenerlo umido tra un'annaffiatura e l'altra. Questo aiuta a mantenere un ambiente umido intorno alle radici della pianta.

Potete anche posizionare il kokedama su un vassoio di ciottoli o ghiaia umida per aumentare l'umidità.

Ecco un video che spiega tutte le cure del kokedama!

Il kokedama può durare a lungo, ma è possibile che con il passare degli anni la palla di muschio si secchi, si sfaldi o perda il suo colore verde. Per questo motivo è importante rifare la palla di muschio quando ciò accade. Sul nostro sito web sono disponibili alcune confezione fai da te di kokedama senza pianta che contengono tutti i materiali per farlo da soli a casa.

Come cambiare il muschio di un kokedama?

Fase 1: disfare la palla di muschio

Il primo passo è tagliare il filo della pallaseguito dallo strato di muschio. In questo modo, possiamo rimuovere il muschio e lasciare scoperto il substrato della palla. Ora possiamo rimuovere il substrato con attenzione fino a vedere le radici della pianta. Una volta ottenute, è il momento di creare il nostro kokedama. Se lo realizziamo da zero, il procedimento è lo stesso. Per prima cosa dobbiamo togliere la pianta dal vaso e rimuovere il substrato finché non rimangono solo le radici.

Fase 2: Realizzazione della palla di kokedama

Il passo successivo consiste nel preparare la miscela di substrato y akadama. Mescolare questi ingredienti e aggiungere acqua per ottenere una miscela omogenea. Ricordate che se l'impasto è troppo denso, potete aggiungere acqua. Se è troppo liquido, si può aggiungere altro substrato. Una volta pronta la miscela, possiamo formare la palla con le mani, circondando e coprendo le radici.

Fase 3: Ricoprire la palla con il muschio

Prima di aggiungere il muschioè importante pulirla. Potete lasciarla sul tavolo e rimuovere eventuali foglie o rametti che potrebbero disturbarvi durante il processo. Ora possiamo posizionare il kokedama sopra lo strato di muschio e abbracciarlo. Non preoccupatevi se vi avanza del muschio, potete rimuovere quello in eccesso.

Fase 4: circondare la palla con lo spago

Una volta che la palla di substrato è stata circondata dal muschio muschioè il momento di fissare il tutto con spago. Iniziare con un doppio nodo orizzontale e tagliare lo spago in eccesso. Continuate quindi ad avvolgere la pianta con passaggi diagonali di spago fino a coprire completamente il muschio. Assicuratevi di coprire tutte le aree per evitare che la palla si disfi. Terminate con un altro doppio nodo e tagliate il filo in eccesso.

Ecco un video in cui spieghiamo come realizzare un kokedama e lo mostriamo in modo più dettagliato!

I nostri kokedama

A Omotesando realizziamo la tecnica del kokedama con molte varietà di piante, ecco alcune delle nostre preferite, in nostro sito web potete anche vedere tutti i modelli!

Kokedama di Ficus Ginseng

Kokedama di pachira

Anthurium Kokedama

Aspa Kokedama