Porta un pezzo di natura a casa tua

Quali tipi di irrigazione esistono per le piante?


Il mondo oltre la doccia

Che favore ti chiedono di solito i tuoi amici quando vanno in viaggio? Lascia che annaffino le piante della loro casa. E annaffiare le piante sembra un compito facile, ma in realtà è tutto un mondo. Non bisogna tenere conto solo di quando e quanto annaffiare una pianta d'appartamento , ma anche di come. Se non vuoi rovinare e rovinare le piante degli altri, puoi seguire questa guida, dove illustriamo nel dettaglio i diversi tipi di irrigazione per le piante da interno.

tipos de riego para plantas

 

Irrigare il substrato: l'irrigazione di una vita

La prima cosa che ci viene in mente quando pensiamo all’irrigazione è un annaffiatoio. Il tipo di irrigazione più comune e più semplice è l'irrigazione di base, ovvero versando acqua nel substrato dove cresce la pianta. Puoi usare un annaffiatoio, un tubo, una bottiglia o semplicemente un bicchiere, ma l'importante è che l'acqua bagni solo il terreno, non il fusto o le foglie della pianta. Ti consigliamo di posizionare un piatto sotto la pianta, perché probabilmente uscirà dell'acqua dai fori sul fondo del vaso... E non vorrai certo allagare la casa del tuo collega!

 

Irrigazione per immersione: la nostra tecnica preferita

Presso Omotesandō Plants abbiamo un master in irrigazione per immersione, poiché è così che vengono annaffiati i kokedama . Tuttavia, anche una pianta in vaso può essere annaffiata con questa tecnica! In entrambi i casi si fa allo stesso modo, basta immergere la palla di muschio o il vaso in un contenitore con acqua. Saranno sufficienti circa due minuti affinché l'acqua penetri nel supporto. Poi potrete rimetterlo al suo posto, ma non dimenticate di lasciarlo scolare un po' per non lasciare tutto perduto!

 

Cospargere sul piatto: un buffet a consumazione libera

Un altro modo per innaffiare una pianta da interno che abbiamo in vaso è versare l'acqua nel piatto inferiore. Ci sono piante delicate che possono essere colpite dagli schizzi d'acqua sulle foglie o sui fiori, quindi annaffiare il piatto è un buon modo per evitare di disturbarle. Inoltre, le piante assorbono l'acqua di cui hanno bisogno come se fosse un buffet a volontà.

 

Piante speciali: come innaffiare un cactus o una pianta stabilizzata

Ci sono piante da interno che richiedono un'attenzione particolare quando si tratta di annaffiare. Ad esempio, molte persone si chiedono come innaffiare un cactus. In generale, i cactus hanno bisogno di poca acqua, ma ciò dipende dalla temperatura della stanza e dalle dimensioni del cactus. Si consiglia di annaffiarle alla base solo quando il substrato è asciutto, ovvero una volta alla settimana o meno.

Le piante stabilizzate, come le rose di Omotesandō Plants , sono le più facili da curare perché non devono essere annaffiate. Mantengono intatto il loro aspetto naturale senza bisogno di acqua. Infatti, annaffiarli potrebbe danneggiarli! 

Quindi lo sai già! Se la responsabilità di annaffiare le piante di qualcuno ricade su di te, tieni questa guida a portata di mano!